Voglio raccontarvi di quella volta che ho camminato 800 chilometri per suonare le mie canzoni.

La musica e il cammino sono le più potenti forme di dialogo esteriore e interiore che io conosca e un giorno ho deciso di unirle. Partendo da Milano sono arrivato a piedi fino a Roma, percorrendo la via Francigena e suonando concerti.
Era da tempo che avevo la certezza profonda che noi esseri umani abbiamo un grande bisogno di ascoltarci. Di ascoltare noi stessi così come di parlarci l’un l’altro senza il desiderio immediato di far prevalere le nostre ragioni su quelle di chi abbiamo di fronte. Abbiamo bisogno di comunicare, nel vero senso della parola.
In un viaggio del genere avrei potuto esplorare praticamente tutte le facce dell’esistenza partendo dalla terra su cui posiamo i piedi fino al cielo che guardiamo con il naso all’insù. E, come se non bastasse, il cammino è un grande allenamento all’incertezza.
La musica negli ultimi anni mi aveva insegnato che i muri si possono abbattere, che comunicare è condividere. Sono le stesse lezioni che ogni viaggio mi ha scritto nell’anima. E non avevo nessuna intenzione di smettere di imparare.

Così ho preso uno zaino molto grande, una chitarra minuscola, talmente piccola da potercela legare sopra, e sono partito.
Vi invito a seguirmi, con un’unica avvertenza. Ci perderemo. Per fortuna smarriremo la via e ci capiterà di trovarci in un baleno distanti migliaia di chilometri da dove eravamo,
o da dove credevamo di essere.

Questa è la prefazione del libro “Torno a Casa a Piedi” (DeA Planeta Libri, 2021) di Jack Jaselli.  Il racconto di un avventura di 800 km, 40 giorni, con un bordone intagliato nel sambuco, zaino e chitarra in spalla, a piedi da Milano a Roma, lungo la Via Francigena. Chilometri di passi e incontri e ovviamente musica. Per riscoprire il contatto con la natura, assaporare la lentezza e ritrovare se stessi. Perché il cammino è una medicina potentissima.

Ricordi, sogni, pensieri, fatica e felicità. “Si va avanti con il cuore, mica con le gambe.”

In occasione del Francigena Fidenza Festival, il cantautore ci presenterà il suo libro e insieme alla sua band, un trio di musicisti, suonerà brani del proprio repertorio passando dagli album in inglese a quelli in italiano. Sarà un live energico e allo stesso tempo raffinato per viaggiare insieme alle canzoni. Scoprire il cammino a ritmo di musica e dei propri passi.

Vi aspettiamo sabato 18 settembre, ore 21.00, in Piazza Pontida, a Fidenza.

I posti sono limitati, per partecipare è richiesta la prenotazione online. Se non poteste più partecipare, vi chiediamo gentilmente di disdire l’iscrizione cliccando sul bottone “Non parteciperò” per consentire ad altri di prendere parte all’evento.

L’incontro sarà trasmesso in live streaming qui sul sito e sulla pagina Facebook del Festival. Iscriviti alla newsletter del Festival per rimanere sempre aggiornato.

Fotografia di Chiara Mirelli

ISCRIVITI ORA ALL’INCONTRO